PRANA COME NUTRIRLO E FORTIFICARLO

pranayama-yoga

PRANA COME NUTRIRLO E FORTIFICARLO

  |   Senza categoria   |   No comment

In Ayurveda, la respirazione è qualcosa di più che semplice meccanismo d’ossigenazione cellulare.La traduzione possibile del Prana è quella di una grande R(respirazione fisica, emozionale, mentale e spirituale…….)

Cos’è quindi il Prana?

prana

Il Prana è l’energia vitale ( http://www.ayurvedanice.com/it/pranalenergia-sottile-del-dosha-vata/)che ritroviamo in ogni essere vivente. Un pò come la QI della medicina Cinese.Una traduzione Occidentale potrebbe essere quella di Vitalità che ritroviamo in ciascuno di noi, quella energia che ci riempie, che ci mette in mmovimento, quella forza presente in ognuno di noi esseri che respirano, che si armonizza con il respiro dell’Universo.

Come nutrire il nostro Prana ogni giorno?

Uno dei metodi più semplici e pratici di nutrire il nostro Prana è quello di prendere consapevolezza della nostra respirazione.In ogni momento, al risveglio, nei mezzi pubblici, al lavoro, a scuola, facendo la fila al supermercato, dovremmo ritornare ad avere una consapevolezza del nostro respiro, abbandonando quindi l’automatismo ma ricercando una consapevolezza più ampia che allarga moltissimo le possibilità.

Mettersi in movimento attraverso un’attività che a noi piace, come la danza, una seduta di corsa, una lezione di yoga etc, ci riconnette al nostro Prana in maniera del tutto naturale.Noi siamo dei mammiferi ed il movimento è un elemento primario per il nostro benessere e la nostra salute.Inoltre mettersi in movimento fisicamente ci permette anche di mettere in movimento il pensiero e le emozioni, evitando dei blocchi a quei livelli.

Estremamente importante per il Prana è lo stare in comunità, perché le relazioni ci nutrono.Connettersi alla gioia, alla condivisione ed al Prana di un’altra persona rinforza anche il nostro Prana, perché esso passa attraverso gli sguardi, gli abbracci, i baci.Quindi la prossima volta che incontrate qualcuno a voi caro, scorgete il suo Prana e lasciatevi ad un abbraccio che sarà per voi fonte di tanto arricchimento.

NUTRIRSI DEI DONI DELLA NATURA…… NEL NOSTRO PIATTO!!

L’alimentazione può diventare un reale mezzo per coltivare la propria sagezza interiore, ritrovare le proprie intuizioni, e la propria intelligenza innata

In effetti in Ayurveda, l’alimento é un’informazione ed un’energia, prima ancora che insieme di lipidi, glicidi ed altri componenti nutritivi.Avendo questa consapevolezza, l’alimento che ingeriamo ci dona qualcosa in più che semplice nutrimento fisico, ma nutre anche la mente e l’anima.Quindi dovremmo scegliere degli alimenti più naturali possibili ed assumere durante la giornata tanta acqua fresca, invitando nei nostri piatti la presenza dei 6 gusti (dolce, amaro, astringente, piccante, salato, acido) e la presenza dei 7 colori, ricorrendo ad alimenti che ritroviamo in natura, come spezie, verdure, cereali etc.

Fatevi inoltre guidare dal vostro naso, captando ed afferrando i profumi della natura e gli odori degli alimenti freschi, che permettono al nostro prana di rafforzarsi, coinvolgendo i nostri 5 sensi.

CONOSCETE I CINQUE ELEMENTI ALLA BASE DELLA FORMAZIONE DELLA VITA?VEDIAMO COME POSSIAMO UTILIZZARE QUESTI ELEMENTI (TERRA, ACQUA, ARIA, ETERE, FUOCO) PER AUMENTARE IL NOSTRO PRANA…

Riferendoci a questi elementi nella natura, utilizziamo dei picolli trucchi per nutrire il Prana:

  • Camminate a piedi nudi ogni qual volta potete, il più possibile, il contatto della nostra pianta del piede con la Terra, essa sia parquet, terreno o cemento o altra, ci permetterà di captare ed assorbire l’energia che la Terra ci offre.
  • osservate l’acqua che scorre, siano essi fiumi,la pioggia, ruscelli o la semplice acqua del rubinetto, in questo modo raccoglierete l’energia che questa visione sprigiona, non dimenticandoci che siamo fatti per il 70% d’acqua.
  • sfruttate al massimo la luce e l’energia del sole, svolgendo attività all’aperto e raccogliendo il più possibile i benefici che quest’energia ci dona, sopratutto nei periodi invernali, quando il freddo contrasta il calore del sole.
  • circondiamoci di piante e fiori, essi donano energia ed ossigeno e inevitabilmente nutrono il nostro Prana rendendolo leggero e forte.Passiamo quindi il tempo che possiamo a contatto con la natura.
  • di sera guardiamo la volta celeste ed alimentiamoci dell’energia che proviene dall’Universo, attraverso la luce delle stelle per esempio.Quando le nuvole coprono il cielo, non preoccupiamoci di loro, non faranno di sicuro da barriera all’energia cosmica di cui abbiamo bisogno.

FONTE: Nathalie Geetha BABOURAJ, MD

No Comments

Post A Comment