AYURVEDA ED ALIMENTAZIONE DURANTE L’ESTATE

The fruits in a form of heart are in a white background

AYURVEDA ED ALIMENTAZIONE DURANTE L’ESTATE

  |   Senza categoria   |   No comment

DOSHA INTERESSATI

Inizio Estate  – aggravamento ed accumulo di Pitta
Fine Estate – accumulo Vata
Caratteristiche dell’estate – caldo, secco, intenso, mobile, leggero

pitta-picc

Organi interessati

Gli organi Pitta sono pelle, testa, intestino tenue, fegato, milza, occhi, cuore, ghiandole sebacee ed il sangue. Pitta aggravato porta spesso a sono problemi della pelle (orticaria, acne, arrossamenti della pelle, fotosensibilità), nausea, diarrea, iperacidità, cattivo assorbimento.

Alimenti da preferire

Andiamo sicuramente verso un’ alimentazione per pacificare Pitta : cibo nutriente, rinfrescante, idratante.

Quale gusto privilegiare

Il dolce, l’amaro, l’astringente e speziato (ma non piccante)
COACHING SECONDO LA STAGIONE

Mettiamo l’accento sugli alimenti che sono rinfrescanti per il corpo.
Tutte le verdure verdi sono ottime per raggiungere questo scopo. In effetti, la maggior parte sono amare, il gusto più indicato per Pitta. L’amaro è anti-infiammatorio, diminuisce la sensazione di caldo nel corpo, purifica il sangue, il fegato ed elimina le tossine. A scelta possiamo utilizzare coriandolo, menta, cetriolo, broccoli, insalata, indivia, kale, germogli ( alfalfa, girasole), sedano, asparagi, zucchine, spinaci, melanzane, radicchio. Assaporiamo anche prodotti lattieri come latte, burro, burro chiarificato(ghee), yogurt, formaggi( ma non troppo stagionati) ed anche del gelato ( consumandone però in quantità limitate e non a fine pasto).

Mangiamo ad ore regolari
È molto facile dimenticare di aver fame in estate con il caldo del corpo si trasferisce dal centro . verso la periferia. Pertanto, i digiuni prolungati possono aumentare Pitta ed apportare degli effetti sgradevoli (pelle, digestione ). È quindi importante fare 3 pasti al giorno con colazione piuttosto presto, pranzo intorno a mezzogiorno ed una cena non troppo tardi.

Ci idratiamo a temperatura ambiente
Anche se il calore mi fa venire voglia di ghiaccio, evitiamo di bere acqua ghiacciata, sopratutto dopo i pasti, perché vengono inibite le funzioni enzimatiche del corpo, rallentando e disturbando la digestione, apportando quindi la formazione di tossine. Beviamo l’acqua a temperatura ambiente o leggermente fresca. Beviamo anche delle tisane rinfrescanti di menta, menta piperita, finocchio, liquirizia o rosa durante la giornata, essendo nello stesso tempo digestive e rinfrescanti.

Utilizziamo olio di cocco
La noce di cocco è un piacere per tutti i sensi, il suo odore, il suo colore, la sua consistenza ed il suo gusto dolce ; tutto questo invita ad un viaggio su di un’isola paradisiaca. Molto importante in Ayurveda sia per l’utilizzo interno che quello esterno, il suo nome in sanscrito, “kalpavriksha”, significa “il frutto che da tutto quello che è necessario alla vita”. L’olio di cocco è un grasso saturo, ricco in fibre, minerali e vitamine. È rinfrescante, stimola il metabolismo, migliora le funzioni della tiroide, la digestione , previene il colesterolo alto ed è utilizzato in tutte le applicazioni per problemi di pelle e per prendersi cura dei capelli.

Approfittiamo delle insalate
Diciamo spesso che l’ayurveda non ama molto il crudo, ma questa regola non vale in estate. È questo il momento giusto per farsi delle belle insalate, sopratutto a pranzo. Possiamo creare degli assortimenti colorati con le verdure di stagione. Possiamo anche mischiare alimenti caldi ed alimenti freddi, ed accompagniamo il tutto con un bell’olio spremuto a freddo ed un super mix di semi tostati (preferibili quelli di girasole)

COSA BISOGNA LIMITARE

Gli alimenti riscaldanti sono la carne rossa, uova, carote cotte, barbabietola, cipolle, peperoncino, café, il gelato dopo mangiato, gli alimenti troppo acidi o agri come aceto balsamico etc

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.